Approfondimenti

L’alcol come “autocura”

0

A cura di Chiara Borgia, Psicologa e Sessuologa Da tempo il rapporto tra i giovani e l’alcool è sotto i riflettori delle istituzioni. Genitori, insegnanti, educatori e psicologi sono sempre più preoccupati per l’utilizzo che i giovani fanno di bevande alcoliche, specie durante il weekend, quando si ritrovano in gruppo nei pub e nei locali dove si fa vita notturna. Nonostante le raccomandazioni e l’impegno delle istituzioni con campagne che invitano al “bere responsabile” il fenomeno non accenna a diminuire. Ma perché i giovani esagerano con l’alcool? Sembra che le principali motivazioni che spingono i ragazzi ad alzare il gomito…

Condividi

HIV e migranti: lo studio aMASE

0

A cura di Alessandra Caciolli, Laureata in Comunicazione Scientifica Biomedica Dove hanno contratto il virus i migranti con HIV? E quali sono le barriere che hanno trovato in seguito, per l’accesso ai servizi sull’Hiv? Per cercare di dare risposta a queste domande è stato condotto a fine del 2015 lo studio aMASE (advancing Migrant Access to health Services in Europe). Nell’ambito dello studio sono stati raccolti dati su circa 2000 migranti adulti diagnosticati con Hiv da almeno cinque anni e residenti nel paese di accoglienza da almeno sei mesi.  I risultati preliminari, basati su 1770 questionari, hanno mostrato un campione con un’età media di 37 anni per le donne e 36 per gli…

Condividi

HIV e Migranti: Programmi di Prevenzione più mirati

0

A cura di Alessandra Caciolli, laureata in Comunicazione Scientifica Biomedica Una grande percentuale di persone che vivono con l’HIV nell’Unione Europea sono migranti, cioè, persone che attualmente vivono fuori dal loro paese di nascita, che hanno contratto la malattia dopo la migrazione. Questo è ciò che emerge da una recente ricerca pubblicata nella rivista scientifica Biomed Central. Gli autori dell’articolo riferiscono che nel 2013, un terzo della popolazione (33%) che risultava residente in Unione Europea e risultava aver contratto l’HIV, era costituita da migranti che dichiaravano di aver contratto il virus attraverso un rapporto eterosessuale e, cosa più importante, la maggior parte di queste infezioni risultavano…

Condividi

HPV e vaccino. Se ne parla tanto eppure…

0

A cura di Benedetta Martino, Sociologa Oramai è noto che il papilloma virus umano (HPV) è responsabile delle forme di infezioni sessualmente trasmesse più frequenti per la popolazione, ma i tassi di vaccinazione continuano ad essere estremamente bassi. Tutto questo è ancora più rilevante se si considera che sono state create iniziative istituzionali per incentivarne il numero. Ad esempio sette anni fa il Ministero della Salute si era posto l’obiettivo di vaccinare gratuitamente entro tre anni il 95% delle ragazzine di 11 anni; invece alla fine di giugno del 2014 sono risultate vaccinate con l’intero ciclo (ovvero 3 somministrazioni) poco più del 70% delle nate fra il 1997 e…

Condividi