News

Sentirsi brutti. Quando si tratta di un disturbo?

0

La Dismorfofobia è la preoccupazione eccessiva per un difetto nell’aspetto fisico che può essere del tutto immaginario o realmente presente, sebbene in forma molto lieve. Oggetto dell’eccessiva preoccupazione può essere ogni parte o più parti del corpo ritenute erroneamente “deformi” a causa della loro forma, misura o qualsiasi altro aspetto che la persona trova fuori dalla severissima norma autoimposta. Le parti del corpo che più facilmente diventano oggetto di preoccupazione eccessiva sono il naso, le labbra e le orecchie per quanto riguarda il volto e il seno, le natiche e i piedi per quanto riguarda il resto del corpo. Ma…

Condividi

Oncologi e allenatori di basket insieme per insegnare la prevenzione ai ragazzi

0

Le cattive abitudini si prendono da ragazzi e purtroppo abbandonarle è sempre più difficile. Lo confermano i dati dai quali emerge che in Italia la metà dei fumatori ha preso il vizio prima dei 20 anni, il 13% dei 15enni beve alcolici tutti i giorni e il 15% dei 13enni è in sovrappeso. Ecco perché la prevenzione deve raggiungere i più giovani. E’ proprio questo l’obiettivo del progetto Allenatore Alleato di Salute Basket, promosso dalla Fondazione Insieme Contro il Cancro con il sostegno del Ministero della Salute e del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) e l’adesione ufficiale della Federazione Italiana Pallacanestro (FIP). L’intesa…

Condividi

Altro che esercizio, i fitness tracker scoraggiano i teenager. Uno studio britannico: “L’effetto dura poco”

0

I fitness tracker servono davvero ad alzarsi dal divano o dalla scrivania e fare una lunga passeggiata? Un nuovo studio britannico, firmato dalle università di Birmingham e dalla Brunel University di Londra e pubblicato sull’American Journal of Health Education, risponde di no. O meglio: i continui avvisi e le incessanti notifiche che dovrebbero spingerci a fare movimento esaurirebbero rapidamente i propri effetti. Finendo col demotivarci dopo i primi momenti di entusiasmo per la novità che portiamo al polso. L’indagine è durata otto settimane e si è concentrata sugli adolescenti fra i 13 e i 14 anni di due scuole in zone diverse della…

Condividi

Alcol e adolescenza, quali sono gli effetti nella crescita?

0

L’assunzione frequente di alcolici durante l’adolescenza modifica la forma dei neuroni. A confermarlo è stato uno studio pubblicato sulla rivista “Alcoholism: Clinical and Experimental Research”, che descrive l’impatto, sulle cellule cerebrali e sul comportamento, dell’esposizione all’alcol durante l’adolescenza. I ricercatori della Research Society on Alcoholism, in Texas, hanno condotto due test su topi maschi adulti dopo l’esposizione all’alcool durante l’adolescenza o l’età adulta: hanno testato gli animali sul consumo di alcol e la sensibilità all’intossicazione e hanno misurato i cambiamenti nella densità e nella struttura delle terminazioni dei neuroni presenti in alcune zone della corteccia e dell’amigdala. E’ emerso che…

Condividi

Il 12% degli adolescenti italiani dipende dalla nicotina

0

Nuoce gravemente alla salute, ma il fumo conquista sempre più adolescenti. Il 12% dei minori italiani sarebbe già tabagista, mentre un bimbo su 5 cresce in una casa di fumatori. Per questo società scientifiche come la Federazione Italiana Medici Pediatri, Società Italiana per le Malattie Respiratorie Infantili e Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri propongono di formare pediatri per far smettere di fumare per sempre attraverso il progetto “Il pediatria come facilitatore di smoking cessation”. Il progetto che coinvolge i pediatri: Convincere i genitori di bambini con malattie respiratorie a smettere di fumare e, al tempo stesso, aiutare gli adolescenti a buttare…

Condividi

Comunicare scienza, comunicare salute

0

Conferenza stampa martedì 27 giugno alle ore 11 sala dei convegni piazza della Torretta 36 Roma per la presentazione del corso di laurea magistrale in COMUNICAZIONE SCIENTIFICA BIOMEDICA. Interverranno il Rettore dell’Università La Sapienza di Roma, Professor Eugenio Gaudio, il Direttore del Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale, Prof. Bruno Mazzara il Presidente del corso di laurea, Prof.ssa Michaela Liuccio, il segretario dell’Associazione della Stampa Romana, Lazzaro Pappagallo. Seguirà una tavola rotonda sul tema “Comunicare fa bene alla salute”. Introduce Francesco Giorgino (giornalista, saggista, docente dell’Università Sapienza e Luiss), modera Lorella Salce (capo Ufficio stampa e Relazioni esterne IFO), partecipano…

Condividi

Alcol, cannabis, tabacco ed energy drink: le sostanze ‘a rischio dipendenza’ più consumate dagli italiani

0

Alcol, cannabis, tabacco ed energy drink. Sono queste le sostanze più consumate dagli italiani, secondo quanto emerge dall’edizione 2017 della Global Drug Survey, il più grande sondaggio sui consumi di psicotropi legali e illegali a livello mondiale. Il documento è stato realizzato dalla Gds (Global Drug Survey), un’istituzione britannica indipendente che mappa i trend del consumo di stupefacenti, con il benestare del comitato etico del King’s College di Londra. L’obiettivo è capire le nuove tendenze chiedendo direttamente a chi fa uso di sostanze – in modo rigorosamente anonimo – quantità e modalità di assunzione. All’edizione 2017, attraverso il sito di…

Condividi

World eating disorders action day

0

Venerdì 2 giugno, presso il Museo dell’Arte classica, si terrà il “World eating disorders action day”, la giornata mondiale sui disturbi alimentari promossa dall’Academy of eating disorders. L’iniziativa è organizzata per il secondo anno in Italia dalla Sisdca, Società italiana per lo studio dei disturbi del comportamento alimentare insieme alle associazioni dei pazienti e dei familiari e in collaborazione con diverse società scientifiche che operano nel settore. L’evento virtuale nasce per trasmettere ai policy maker di tutto il mondo il messaggio che i disturbi alimentari sono una realtà attuale, con un impatto rilevante a livello sociale e sanitario. Attraverso i social media Facebook, Twitter, Instagram,…

Condividi

Salute ed esclusione giovanile: quale è il legame?

0

EuroHealthNet vuole contribuire alla costruzione di comunità “più sane” e “resilienti” in ambito europeo, anche attraverso la riduzione delle disuguaglianze di salute. Dors, membro di EuroHealthNet dal 2016, ha individuato alcuni documenti interessanti da diffondere. Il Policy Précis del 2017 si focalizza sui NEETs – i giovani che non hanno alcuna occupazione lavorativa né sono impegnati in alcun tipo di percorso scolastico o formativo – , con una rassegna dei programmi politici e delle buone pratiche in atto in alcuni Paesi, con l’auspicio di una loro implementazione diffusa. La prima parte del documento analizza la situazione generale degli young NEETs,…

Condividi

L’attività fisica alleata contro i disturbi alimentari?

0

La dottoressa Carmela Bagnato, dietologa dell’asl di Matera, ha spiegato che associare il movimento alla sana alimentazione è fondamentale anche per la mente. “Prima di tutto – ha spiegato il medico – c’è distinzione tra attività fisica e sport. Ai fini della prevenzione è sufficiente dell’attività fisica, va bene anche solo camminare a passo veloce per 45 minuti almeno per 5 giorni alla settimana. Naturalmente, è un discorso valido per persone giovani, adulte e sane, perché in presenza di patologie o di invecchiamento le raccomandazioni sono diverse ed è bene farsi consigliare dal proprio medico”. Con questa prassi, secondo quanto…

Condividi