L’emergenza Coronavirus ha portato alla ribalta l’importanza della Salute Pubblica e l’importanza della comunicazione a supporto della Salute Pubblica. Già a partire dalla seconda metà del secolo XIX, in diversi paesi europei, era cresciuta una disciplina di Igiene, nei paesi anglosassoni chiamata “medicina di sanità pubblica”, che studiava l’influenza dei fattori ambientali sulla salute umana e insisteva, anche attraverso la redazione di manuali a scopo pedagogico, sulle buone pratiche igieniche quotidiane. La Sanità Pubblica, o Igiene Pubblica in Italia, dopo una prima fase pioneristica che risale alla metà dell’Ottocento caratterizzata dagli interventi per le abitazioni, le fognature e il controllo…

Condividi

di Michaela Liuccio Quella che viviamo è l’epoca della patient choice, del patient involvement e del patient co-producer of health. Se un tempo la relazione medico-paziente si strutturava secondo un modello informazionale one-up/ one-down, oggi il paziente vuole essere riconosciuto come “persona” e non solo come “corpo malato”. E pertanto al medico si richiede di prestare attenzione anche alla cornice socio-culturale del paziente, alla sua living condition. Da un lato, dunque, l’empowerment del paziente comporta un aumento delle richieste di informazioni e della partecipazione dei pazienti alla gestione attiva (e interattiva) della propria salute, nonché l’affermazione del diritto e della…

Condividi