di Laura Bruni, CdS Comunicazione scientifica biomedica, Sapienza Università di Roma Secondo i dati dell’Agenzia delle Nazioni Unite per i diritti umani nel 2019 una persona su cinque, pari al 21,1% della popolazione dell’UE, ovvero 92,4 milioni di persone, era a rischio di povertà o esclusione sociale. Le donne, in particolare, sperimentano tassi di povertà più elevati degli uomini, e questo divario si allarga con la vecchiaia a causa di pensioni inadeguate, per le quali il divario medio di genere è sbalorditivo. L’obiettivo di Europa 2020 di risollevare 20 milioni di persone dalla povertà entro tale anno è stato mancato,…

Condividi

di Laura Bruni, CdS Comunicazione scientifica biomedica, Sapienza Università di Roma Più di un miliardo di persone, circa il 15% della popolazione globale, ha una qualche forma di disabilità. Le disabilità includono menomazioni sensoriali, mentali, intellettuali o fisiche a lungo termine che possono influire sulla vita quotidiana delle persone e sull’assistenza sanitaria. La disabilità aumenterà sicuramente molto nei prossimi decenni con l’invecchiamento della popolazione globale. Un articolo, pubblicato a giugno 2021 su The Lancet Public Health[1], ha posto l’attenzione su questa problematica aggravata dalla pandemia di COVID-19. Purtroppo le persone con disabilità sono spesso trascurate dai sistemi sanitari e sono…

Condividi

di Riccardo Rocchi, laureato in Comunicazione scientifica biomedica,Sapienza Università di Roma Nonostante una forte riduzione negli anni, la malaria è ancora una malattia preoccupante nel continente africano e non solo. L’ultima rilevazione OMS, nel 2019, ha registrato 409 mila decessi, con una buona componente di bambini sotto i 5 anni [1]. Mosquirix, l’unico vaccino che mostra attualmente efficacia, non è ritenuto una soluzione definitiva. I risultati clinici mostrano una protezione solamente nel 50% dei casi e le vaccinazioni rimangono sempre ardue nei paesi africani. La campagna contro la poliomielite ha insegnato che vi sono sacche di popolazione difficilmente raggiungibili, le mappe…

Condividi

di Riccardo Rocchi, laureato in Comunicazione scientifica biomedica, Sapienza Università di Roma Un articolo intitolato “Birth of Twins After Genome Editing for HIV Resistance” avrebbe svelato al mondo l’operato di He Jiankui, biofisico cinese presso la Southern University of Science and Technology (SUSTech) di Shenzhen. Per motivi etici però tutte le riviste a cui era stato inviato, tra cui Nature e JAMA, hanno respinto e impedito la pubblicazione. Ci penserà lui stesso in un video promozionale su YouTube [1] a rivelare l’esperimento, dopo che il MIT Technology Review, sulla base di documenti che erano stati pubblicati sul registro cinese delle…

Condividi